Sorsi e morsi di Danimarca: Mikkeller e Smørrebrød.

febbraio 12, 2013 |  da  |  Birra e Cibo

I fari, le case in legno, i fiordi, i battelli, la Mikkeller e lo Smørrebrød. Di cosa stiamo parlando? Ma della Danimarca, ovviamente!
Se anche voi, come me, pensate che la conoscenza di un luogo, debba passare per la bocca, ancor prima degli occhi, ho un paio di consigli da darvi.
Ho in programma un viaggio in Danimarca: Copenaghen e poi l’isola di Fyn, Tasinge, Langeland e Als. Ho già letto almeno un paio di volte la mia guida Lonely Planet, ma sentivo che c’era ancora qualcosa che mancava. Così mi è venuta un’idea. La preparazione di un viaggio non può essere tale se prima non si è sperimentato almeno un piatto tipico della cucina del luogo che si andrà a visitare.mikkeller
Così ho acquistato qualche bottiglia di birra online, la danese Mikkeller e mi sono dedicato alla preparazione di un delizioso Smørrebrød, ovvero il classico panino aperto che a Copenaghen viene consumato come pasto veloce.
Letteralmente il nome Smørrebrød significa proprio pane e burro, i due ingredienti principali. Se siete curiosi di provarlo fate così: prendete una fetta di pane di segale e imburratela, poi stendeteci sopra una fetta di arringa affumicata o salmone, anelli di cipolla rossa, capperi, aneto e erba cipollina tagliuzzata sottilmente.
Le varianti sono tantissime, come ad esempio quella col pollo e l’halibut, un pesce marino molto diffuso nei mari del nord.
Già so che immaginate un piccolo Smørrebrød servito sopra un tronco sezionato o su una pietra di fiume levigata, portato da un enorme cuoco danese, biondo e rubizzo.
Il sapore di questo panino si sposa con l’ottima Mikkeller, la birra danese scura. Io ho acquistato la Porter, caratterizzata da un aroma molto ricco, torrefatto, con note di caramello e caffè e anche una Burger & Bun L.A. Lager, rinfrescante e con carattere.

 

Adesso sono pronto a partire!

Skål a tutti!


Leave a Reply

Codice di verifica: