Contrastare l’afa con le birre al frumento.

luglio 20, 2015 |  da  |  Curiosità, Portale Birra

Dici Caronte e pensi all’ondata di caldo afoso, non più al traghettatore di anime di dantesca memoria.
Così se anche per voi, nelle ultime settimane, ventilatore, ghiaccioli e aria condizionata non sono più sufficienti, oggi abbiamo un nuovo suggerimento da darvi per superare la canìcola. Ovvero, la birra al frumento.
Infatti, il frumento è utilizzato da tempo immemore per la sua capacità rinfrescante. Leggermente acidulo, aumenta la forza dissetante della nostra bevanda preferita.

birra artigianale

Oggi andremo ad elencarvi i principali stili birrai che ricorrono al frumento, e risultano più indicati per queste torride giornate di luglio.

Le Belghe.

Weizen.
Sicuramente sono tra le più popolari birre al frumento. Originarie della Baviera meridionale, ma poi diffuse in tutta la Germania, possono perfino vantare un “editto di purezza” datato 1516. Questo decreto prevedeva che il frumento non fosse escluso dalla lista degli ingredienti ammessi, ovvero orzo, acqua e luppolo. Ma ne esistevano diverse varianti. Le più famose sono le Dunkelweizen (scure) e le Weizenbock (più alcoliche e corpose).

Blanche.
Anche le Blanche di frumento sono molto diffuse. In aggiunta, molte di queste, prevedono un’aromatizzazione con buccia d’arancia amara e coriandolo. Negli anni cinquanta hanno rischiato di scomparire, ma oggi per fortuna sono prodotte in maniera considerevole anche dai nostri birrifici italiani.

Lambic.
Stile di birra caratterizzato da fermentazione spontanea. Questa birra al frumento è in realtà differente rispetto alle altre, perché il cereale utilizzato non è orzo tallito. Un decreto del 1993 prevede infatti l’uso di frumento non maltato, in percentuale minima del 30%, sul totale di cereale usato. La parte rimanente invece è costituita da malto d’orzo.

Le Americane.

Wheat Beer.
Le Wheat Beer sono una rivisitazione a stelle e strisce delle tedesche Weizen. Nel tempo hanno acquisito caratteri così particolari da diventare oggi una tipologia a sé. A differenza delle tedesche, le Wheat usano maggiore luppolo e lieviti neutri, che ne rivoluzionano il profilo organolettico.

White IPA.
Sempre americane, come le Wheat, le White Ipa sono però molto più recenti. La ricetta prevede frumento e aromi che ricordano quelli utilizzati nelle Blanche.

Le Tedesche.

Berliner Weisse.
Sono birre molto conosciute in Germania, anche se si tratta di prodotti particolari. Vengono prodotte con lattobacilli per aumentarne la carica acida. Sembrano essere molto di moda anche da noi, nelle ultime stagioni.

Gose.
Queste sono sicuramente le più particolari, tra quelle che vi abbiamo suggerito oggi. Tipiche dell’area di Lipsia sono sì birre di frumento, come dicevamo, ma contengono anche altri curiosi ingredienti, come sale, coriandolo e lattobacilli. Tra i birrifici italiani, le Gose non sono ancora molto diffuse.


No Comments


Trackbacks

  1. Contrastare l’afa con le birre al frumento. - BirraHub

Leave a Reply

Codice di verifica: