Italian Grape Ale: connotati e definizione

novembre 3, 2016 |  da  |  Curiosità, Portale Birra

beer-926287_1280

Avete mai sentito parlare di Birra IGA? Letteralmente significa Italian Grape Ale ed è una nuova tecnica di fermentazione della birra che include il mosto delle uve di territorio, lasciata riposare un paio d’anni e che racchiude il retrogusto e la carica aromatica del calice di vino d’annata.

Si tratta di una prodotto che rimane ancora aperto alle sperimentazioni; però sappiamo che l’anno scorso il Beer Judge Certification Program (BJCP) ha inserito le IGA nel documento alla base dei concorsi birrai di tutto il mondo. Il sapore rimane chiaramente al confine tra il mondo dei malti e dei luppoli e quello del vino; alla base di una ricerca tutta italiana che sta smuovendo anche i più prestigiosi chef.

Ancora non ci sono delle linee guida precise su quali caratteristiche dovrebbe avere questa tipologia di birra, per esempio colore o grado alcolico. L’importante è che vi sia la presenza di uva, mosto o mosto cotto, in percentuali che variano a seconda dei casi, ma la birra deve in ogni caso prevalere sul vino.

Anche Portale Birra ospita al suo interno alcune birre di questa tipologia, tra cui alcune produzioni del birrificio Montegioco, create dal mastro birraio Riccardo Franzosi. In particolare la Tibir si avvale della presenza di uve di timorasso e conserva gli aromi fruttati e mielati. Oppure la Open Mind che viene prodotta con aggiunta, a fine bollitura, di mosto Barbera di Elisa Semino.

Il Birrificio Montegioco, che prende il nome dall’omonimo paese della Val Grue, nasce nel 2005 da un vecchio magazzino che viene adibito a mircrobirrificio dal fondatore Riccardo Franzosi. Il legame con il territorio ha permesso la creazione di birre con l’aggiunta di ingredienti locali; e ben presto la produzione si è portata su scala internazionale, potendo vantare delle birre uniche e dagli aromi elegantemente fruttati.



Leave a Reply

Codice di verifica: